venerdì, settembre 14, 2007

LA VIA DI GIUSEPPE - novena


E’ stato pubblicato un libretto di 32 pagine, curato dal nostro redattore p. Angelo Catapano e corredato dalle illustrazioni con i dipinti di p. Franco Verri. Come dice il titolo stesso, si tratta della presentazione della “Via di san Giuseppe” sviluppata in 9 tappe: l’annunciazione, lo sposalizio, il natale, la presentazione, la fuga in Egitto, la santa famiglia, la bottega di Nazaret, lo smarrimento e la morte. Potremmo dire che, come c’è una “Via Crucis” o una “Via Mariae”, c’è anche una “Via Ioseph”. Non solo, come evidenzia il sottotitolo “nella tua via la nostra via”, qui si mette in risalto che in questo cammino si può trovare la strada che, animati dallo spirito Giuseppino, abbiamo da percorrere anche noi: intraprendere la via giusta, mettere l’amore al primo posto, accogliere il Signore che viene, presentarlo al mondo, difenderlo nella nostra società, fare famiglia, lavorare in umiltà e carità, cercare ciò che vale di più, prepararsi all’ultima ora.
In effetti, come si afferma nel testo, quanto il Vangelo ci narra del “nostro santo” è poco, ma basta per farci intuire l’attrattiva della sua vita e la grandezza della sua missione. Spesso andiamo cercando persone e modelli a cui riferirci; il più delle volte quelli che la società reclamizza si rivelano inadeguati e contraffatti. Identificandoci in Giuseppe noi indoviniamo la via giusta, quella di un uomo formidabile e di una santità eccezionale. Se vogliamo, la sua storia può diventare in qualche misura anche la nostra storia, i suoi sogni i nostri sogni, la sua via la nostra via. Vediamo innanzitutto che Giuseppe è uomo di fede, amato e prediletto da Dio. Lungo l’arco dei secoli, ad iniziare con la genealogia da Abramo e dai patriarchi, il Signore aveva pensato a lui, che nella “pienezza del tempo” avrebbe congiunto l’antica e la nuova alleanza. Figlio di Davide, egli sarebbe stato in quella discendenza l’ultimo erede della promessa che avrebbe svelato l’attesa messianica.
Dall’ora iniziale dell’annunciazione a quella finale del suo passaggio alla vita eterna, la sua via ci si presenta come un vero e proprio itinerario di peregrinazione nella fede, modello paradigmatico del cammino di fede. La storia di san Giuseppe, per poco che ci si affacci sulla sua singolare esperienza, ci appare realmente come un percorso che ha da fare in qualche modo ogni uomo. La sua è una vita umanissima, vicina alla congerie delle situazioni comuni, di ognuno e di ogni tempo. La sua via si snoda attraverso alcuni fatti che possono rappresentare le tappe fondamentali su cui si sviluppa l’esistenza. Ogni cristiano vi si può rispecchiare e trovare la propria strada. I passi sono tracciati: intraprendere la via giusta, mettere l’amore al primo posto, accogliere il Signore, portare la sua presenza, difenderlo con coraggio, fare famiglia, lavorare in umiltà e carità, cercare ciò che vale di più, prepararsi all’ultima ora.

1 Comments:

At 4:02 AM, Blogger Hoka Hey said...

ho trovato questo testo pubblicato dalla casa editrice Ares e dedicato al nostro santo. se non lo conosci, ecco il riferimento http://www.ares.mi.it/cerca_adv.php?s2=&s1=san+giuseppe
ciao

 

Posta un commento

<< Home